Dieta sana e saporita: pro e contro dell’alimentazione vegetariana

dieta sana vegetariana pro contro

“Vuoi seguire una dieta sana? Mangia solo frutta e verdura, e sei apposto!”

Ecco, queste sono le cose che proprio non riesco a sentire… 

Sono la prima a sostenere l’importanza di un’alimentazione a base vegetale, ma – come per tutto ciò che riguarda il modo in cui ci nutriamo ogni giorno – non possiamo sederci sui luoghi comuni.

In questo articolo proviamo a capire perché le diete vegetariane non sono tutte uguali!

 

La dieta sana è una dieta vegetariana?

È vero che la dieta vegetariana è sempre una dieta sana?

Assolutamente no!

In primo luogo, perché esistono diversi modelli alimentari che rientrano nella definizione di “alimentazione vegetariana”, ognuno dei quali comporta potenziali vantaggi e svantaggi in base alle famiglie di alimenti che decidiamo di escludere.

Di seguito alcuni esempi.

  • Escludiamo carne, pesce e derivati: la cosiddetta dieta latto-ovo-vegetariana ammette il consumi di latte e latticini, uova e di alimenti di origine vegetale; a conti fatti una dieta sostenibile, purchè sia ben bilanciata e si presti attenzione al consumo di formaggi e uova. 
  • Escludiamo carne, pesce e uova: l’eliminazione delle uova è potenzialmente problematica, in quanto significa escludere proteine di qualità e la vitamina B12; per fortuna, si può supplire facilmente inserendo nell’alimentazione proteine vegetali come i legumi (non limitiamoci al formaggio!).
  • Escludiamo qualsiasi prodotto di origine animale, compresi uova e latte: e arriviamo alla dieta vegana, che ammette unicamente alimenti vegetali. Proprio per la sua intrinseca “severità”, la dieta vegana deve essere strutturata con attenzione, preferibilmente con l’assistenza di un professionista, così da evitare il rischio di carenze nutritive

Leggi anche “Come Diventare Vegetariani: Consigli Per Cominciare

 

Alimentazione sana e dieta vegetariana (fatta nel modo giusto)

Come abbiamo detto, è importante capire perché un’alimentazione a base vegetale costituisce una dieta sana.

 

In sostanza, la ragione va cercata nel bilanciamento tra alimenti ricchi di fibre e fitocomposti (frutta, verdura, cereali, legumi, etc.) e alimenti ricchi di grassi saturi (presenti in grandi quantità in carne, pesce, uova e latticini): è quanto emerge da uno studio dell’Academy of Nutrition and Dietetics, che evidenzia come una dieta vegetariana o vegana ben pianificata riduce drasticamente il rischio di patologie come ipertensione, diabete e varie forme tumorali, senza parlare di tutti i vantaggi in termini di peso.

Un altro vantaggio indiretto – ma comunque rilevante – è che le persone che seguono diete vegetariane o vegane spesso presentano altri comportamenti che favoriscono il benessere nel lungo termine, come fare attività fisica regolare o non consumare alcolici. Ma pensiamo anche ai numerosi atleti di livello mondiale che da anni seguono una dieta vegana – ne parliamo in questo articolo.

Il rovescio della medaglia è che, come spesso capita nel mondo dell’alimentazione, le strategie di marketing hanno preso il sopravvento e hanno aperto la strada a un’accozzaglia di false informazioni e falsità, che spesso compromette gli sforzi di chi abbraccia questo tipo di alimentazione.

Leggi anche “Alla Scoperta Delle Fake News Sul Cibo

 

Problemi di definizione

È assolutamente vero: una dieta a base vegetale può essere una dieta sana. 

Ma c’è un problema: non è sempre facile definire cos’è una dieta a base vegetale!

Non possiamo infatti dare per scontato che un piatto fatto da ingredienti vegetali sia sano: al contrario, dobbiamo cercare un buon bilanciamento nutritivo anche tra gli alimenti vegetali.

In questo scenario, è sempre fondamentale fare attenzione alle quantità di sale, zucchero e grassi indicati nelle etichette.

Un esempio tra tutti: i burger vegetali che si trovano facilmente in ogni supermercato. Vengono proposti come alternativa vegetale alla carne, ma contengono sale in quantità decisamente insalubri!

 

Perché (e come) si inizia una dieta a base vegetale

Sono molti i motivi che ci possono spingere a iniziare una dieta a base vegetale: qualunque sia la ragione per cui vogliamo intraprendere questo cambiamento, è importante farlo nel modo giusto, informandosi a fondo e, meglio ancora, confrontandosi con un professionista.

Se frequenti questo blog da un po’ – o frequenti FreshEnery – probabilmente hai già avuto modo di raccogliere i miei consigli su come iniziare una dieta vegetale. In ogni caso, di seguito ti propongo qualche spunto:

  • Impara a leggere l’etichetta degli alimenti che compri: è importante avere le idee chiare su quello che stai mangiando! 
  • Riduci al minimo il consumo di carne: fa male a te e al pianeta. 
  • Sbizzarrisciti con frutta e verdura di stagione: almeno 3-4 volte al giorno!
  • Attenzione agli snack: evita patatine, bibite e altri alimenti pieni di grassi saturi, zucchero e sale. Riscopriamo la frutta fresca e/o la frutta secca!
  • I cereali sono tuoi amici: saziano a lungo, fanno bene all’apparato digestivo e si sposano alla grande con verdure di ogni tipo.
  • No a salse e condimenti ricchi di sale e grassi, sì alle erbe aromatiche.

E se non ti basta, vieni a trovarci e ruba qualche ricetta dal nostro menù!

 

Vuoi seguire una dieta sana? Scarica la nostra App – o meglio ancora, vieni a trovarci! – e scopri ogni giorno un nuovo modo di mangiare sano! 

Seguimi su Instagram e Facebook.

SHARE THIS ON: