Centrifugato vs frullato: facciamo chiarezza

centrifugato vs frullato

Centrifugato e frullato: sono praticamente la stessa cosa, giusto?

Assolutamente no!

I centrifugati e i frullati potranno avere dei tratti in comune, ma la loro preparazione determina delle caratteristiche molto diverse, che cambiano radicalmente il loro apporto nutritivo.

In questo articolo facciamo chiarezza!

 

Centrifugato e frullato: la vittoria del gusto e della salute 

Cominciamo dall’inizio: che cos’è un centrifugato?

Un centrifugato è una bevanda ottenuta estraendo il succo da frutta e verdura utilizzando uno spremitore centrifugo.

Il risultato è una bevanda leggera, che contiene il succo della frutta e verdura utilizzate, ma non le fibre. Si tratta di un particolare fondamentale: la mancanza di fibre nei centrifugati si traduce in un livello di zucchero nel sangue maggiore rispetto al consumo di frutta e verdura interi. 

In sostanza, preparare un centrifugato priva la frutta di buona parte delle sostanze che rendono frutta e verdura sane: può quindi essere una bevanda rinfrescante e idratante, ma non può essere un sostituto del pasto.

Il discorso cambia nel caso del frullato, che si ottiene frullando frutta e verdura intere con latte o yogurt per ottenere una bevanda densa e cremosa, che contiene tutte le fibre di frutta e verdura. Proprio per questo, il frullato si può consumare come spuntino nutriente ma può anche essere un sostituto del pasto.

Leggi anche “Come Fare Lo Smoothie (E Perchè Fa Bene)

Buone ragioni per bere i centrifugati

Al netto delle fibre, una centrifuga di frutta e verdura può portare molti benefici.

  • Assorbimento nutrizionale. I centrifugati consentono di assorbire velocemente una grande quantità di nutrienti essenziali, come vitamine, minerali e antiossidanti.
  • Idratazione. I centrifugati sono un’ottima opzione per mantenere l’idratazione, specialmente durante i giorni caldi.
  • Detossificazione. Grazie alla presenza di antiossidanti, i centrifugati possono aiutare la disintossicazione del corpo, aiutando a liberarlo da tossine e sostanze nocive.
  • Salute della pelle: gli antiossidanti contribuiscono a mantenere la pelle sana e giovane, riducendo i danni causati dai radicali liberi.

In definitiva, i centrifugati sono un modo delizioso per aumentare l’apporto di frutta e verdura nella dieta, anche se non possono essere sostituiti ai pasti principali.

 

Buone ragioni per bere frullati

Abbiamo visto i centrifugati, veniamo ai frullati.

  • Apporto Nutrizionale. Proprio come i centrifugati, i frullati consentono di incorporare una vasta gamma di nutrienti nella dieta, compresi vitamine, minerali, proteine e fibre.
  • Sazietà e controllo del peso. Le fibre fanno molta differenza! Permettono infatti ai frullati di contribuire a mantenere una sensazione di sazietà, aiutando a controllare l’appetito e il peso corporeo.
  • Digestione migliorata. Le fibre nei frullati migliorano la salute del sistema digestivo, promuovendo regolarità intestinale.
  • Idratazione. Con l’aggiunta di ingredienti come il latte o il latte di mandorla, i frullati possono contribuire all’idratazione.
  • Energie e protezione. I frullati possono fornire energia immediata grazie ai carboidrati naturali presenti nella frutta. 

I frullati sono una deliziosa e nutriente aggiunta alla tua dieta quotidiana, che offre una serie di benefici per la salute, dalla salute digestiva al sostegno energetico.

Leggi anche “Latticini Magri Per Una Dieta Sana: Facciamo Chiarezza

 

Lasciati ispirare!

Centrifugati e frullati non sono la stessa cosa: per questo nel nostro menù preferiamo includere solo i secondi.

Diversamente dai centrifugati, infatti, i frullati possono essere sostituti del pasto, come anche di colazione o merenda, e ci permettono di consumare tutte le sostanze nutritive più preziose di frutta e verdura utilizzate –  guadagnandosi un posto fisso tra le proposte di FreshEnergy.

 

Se ti ho convinto a prediligere un bel frullato e stai cercando alcune idee, sai che puoi lasciarti ispirare dal nostro menù!  

Seguimi su Instagram e Facebook.

SHARE THIS ON: