4 superfood nella dieta vegetale

superfood nella dieta vegetale

Tanta roba, i superfood… Peccato che in pochi sanno davvero di cosa si tratti!

Nel mondo dell’alimentazione lo vediamo succedere continuamente: arriva un termine, una definizione, un concetto più o meno sensato – solitamente dagli USA – e subito diventa una buzzword che deve essere inserita in ogni conversazione.

Ma come sai, quando si parla del cibo che mangiamo io voglio vederci chiaro…

 

Cosa sono i superfood?

Prima di chiederci cosa sono i superfood, dobbiamo tenere presente che il termine “superfood” non è scientifico e non esiste una definizione standardizzata. 

In linea di massima, si definiscono “superfood” gli alimenti che si distinguono per la loro densità nutrizionale: contengono concentrazioni elevate di sostanze nutritive essenziali come vitamine, minerali, antiossidanti e acidi grassi omega-3, che sono spesso associati a benefici per la salute e possono contribuire a promuovere il benessere generale e prevenire alcune malattie.

In sostanza, ciò che contraddistingue i superfood è la presenza di composti bioattivi che possono avere effetti positivi sulla salute, ma dobbiamo sempre ricordare che non esistono scorciatoie o formule magiche: i superfood possono fare bene solo nel contesto di una dieta equilibrata.

Quindi: quali sono i superfood che possiamo inserire facilmente in un’alimentazione a base vegetale?

 

Leggi anche “Dieta Sana E Saporita: Pro E Contro Dell’alimentazione Vegetariana

 

Come inserire i superfood nell’alimentazione plant based

La consapevolezza dell’importanza di un’alimentazione vegetale o vegana continua a diffondersi: di conseguenza, gli ingredienti che ne costituiscono la base sono facilmente reperibili anche nei supermercati.

Tra questi, anche i superfood: di seguito te ne presento alcuni di quelli che uso di più, e che puoi trovare anche nel menù di FreshEnergy.

 

Semi di lino

I semi di lino, ricchi di acidi grassi omega-3, fibre e antiossidanti, offrono numerosi benefici per la salute. La presenza di acido alfa-linolenico negli omega-3 contribuisce alla salute cardiaca e cerebrale, mentre le fibre favoriscono la digestione e il controllo del peso. E anche qui, abbondanza di antiossidanti.

Per incorporare i semi di lino nella tua dieta, puoi macinarli e aggiungerli a frullati, yogurt o cereali. Possono anche essere utilizzati come sostituto delle uova in alcune ricette vegane. 

 

Lievito alimentare

Il lievito alimentare – da non confondersi con il lievito tradizionale – si usa soprattutto nella dieta vegana come sostituto del formaggio. È ricco di proteine, vitamine del gruppo B e minerali come zinco e selenio.

Può essere utilizzato in molteplici modi in cucina, come condimento per insalate, popcorn o pasta, per creare salse vegane cremose, o per dare sapore a zuppe e stufati. La sua consistenza polverosa lo rende versatile e facile da incorporare in numerose ricette.

Attenzione però: il lievito alimentare non sostituisce la fonte principale di B12 per coloro che seguono diete esclusivamente vegetali. 

 

Leggi anche “Il Grano Saraceno: Un Tesoro Nascosto Della Cucina Italiana

 

Verdure crucifere

L’avresti mai detto che cavolfiore, broccoli, cavolo e cavolo cappuccio rientrano nella categoria dei superfood?

Sono le verdure crucifere: ricche di fibre, vitamine, minerali e fitonutrienti come i glucosinolati, che sono associati alla prevenzione di alcune malattie, compresi alcuni tipi di cancro. Hanno anche proprietà antiossidanti e anti-infiammatorie.

In cucina, le verdure crucifere possono essere utilizzate in modi creativi: cotte al vapore, grigliate, arrostite o aggiunte a insalate e stufati. 

 

Tahina

La tahina, o burro di sesamo, una crema di semi di sesamo macinati, è ricca di grassi sani, proteine, vitamine e minerali; le sue proprietà antiossidanti e anti-infiammatorie possono contribuire alla salute cardiaca e sostenere il sistema immunitario.

In cucina, la tahina è molto versatile. Può essere utilizzata come base per salse e condimenti, come ingrediente in piatti a base di hummus o baba ganoush, o semplicemente spalmata su pane integrale. Aggiungere tahina a frullati, yogurt o cereali può conferire una nota cremosa e nutriente.

La tahina può anche essere utilizzata come sostituto del burro o degli oli nei dolci per una versione più salutare. Tuttavia, è importante consumarla con moderazione poiché è molto calorica. 

Se ti interessa l’argomento dei superfood, ti invito a unirti al Fresh Club! Scarica la nostra App e scopri ogni giorno un nuovo modo di mangiare sano! 

Clicca qui per scaricare la nostra app!

Seguimi su Instagram e Facebook.

SHARE THIS ON: