Dieta senza glutine: sensazioni contrastanti

dieta senza glutine perdere peso

Sulla dieta senza glutine ho sensazioni contrastanti.

Se per le persone che soffrono di intolleranza si tratta di un scelta obbligata, per tutti gli altri le diete senza glutine hanno l’obiettivo di facilitare la perdita di peso e di contribuire a mantenere uno stile di vita sano.

Come per tutto ciò che riguarda l’alimentazione, è però importante non fermarsi all’entusiasmo iniziale o farsi abbindolare da promesse di facili risultati.

In questo articolo proviamo a scavare più a fondo!

 

Cos’è la dieta senza glutine e perché potrebbe aiutare a perdere peso

La dieta senza glutine prevede l’esclusione di alimenti contenenti glutine, una proteina che si trova in alcuni cereali come il frumento, l’orzo e la segale. 

Di norma, questa dieta è seguita dalle persone affette da celiachia o intolleranza al glutine, ma c’è anche chi sceglie questa dieta perseguendo l’obiettivo della perdita di peso.

In linea di principio, non possiamo considerare la dieta senza glutine una dieta dimagrante, ma è pur vero che questo tipo di alimentazione solitamente si accompagna a una perdita di peso.

Questo avviene in quanto eliminare il glutine significa escludere molti alimenti ad alto contenuto di carboidrati, come la pasta e il pane, che possono causare picchi di zucchero nel sangue e aumentare il desiderio di cibo.

Allo stesso modo, le diete senza glutine favoriscono intrinsecamente il consumo di alimenti naturali, come frutta, verdura, carne, pesce e legumi, che sono naturalmente privi di glutine e ricchi di nutrienti.

Qual è, allora, il rovescio della medaglia?

 

Rischi e benefici delle diete senza glutine 

Seguire una dieta senza glutine per la perdita di peso ha sia vantaggi che rischi potenziali

Alcuni dei benefici a breve termine della dieta senza glutine possono includere la riduzione dell’infiammazione, la regolazione del sistema digestivo e un aumento temporaneo dei livelli di energia.

Ma c’è un rovescio della medaglia che dobbiamo tenere in considerazione. Una drastica riduzione di piatti contenenti glutine dall’alimentazione quotidiana può causare le seguenti problematiche:

  • carenze nutrizionali come la mancanza di fibre e vitamine del gruppo B;
  • perdita dei vantaggi legati al consumo di fibre; 
  • carenza di vitamine del gruppo B e sali minerali, che proteggono l’organismo da diverse patologie, vengono eliminati;
  • nascita di nuove intolleranze, in quanto il corpo perde la capacità di metabolizzare alcune sostanze; 

E dobbiamo ricordare che nella maggior parte dei casi chi abbraccia questo tipo di dieta si limita ad acquistare prodotti che presentano la dicitura “senza glutine”: in questi casi, l’industria alimentare propone spesso pane, pasta, biscotti senza glutine fatti con fecola, amido e farina di riso raffinata, che non sono ASSOLUTAMENTE più sani della rispettiva versione tradizionale!

Leggi anche “Mangiare Sano Per Fare Scorta Di Energie: Come Funziona

 

Suggerimenti per seguire una dieta senza glutine 

In sostanza la dieta senza glutine può in effetti portare dei benefici nel breve termine, anche relativamente alla perdita di peso. Nel lungo termine, il rischio è di privare il corpo di sostanze nutrienti di cui ha bisogno, esponendosi così a disturbi e patologie di varia natura.

La prima cosa da fare, quindi, è rivolgersi a un medico e a un professionista dell’alimentazione, in grado di valutare il nostro stato di salute e di stabilire se e come gli alimenti contenenti glutine possano essere eliminati.

Dopo aver sentito il parere di un esperto, possiamo decidere se seguire anche i seguenti consigli.

  • Leggi bene le etichette! Spesso i prodotti presentati come “gluten free” contengono grassi, zuccheri e additivi che non fanno bene alla salute.
  • Concentrati su alimenti naturalmente senza glutine, come grani naturalmente privi di glutine frutta, verdura, carne, pesce ( non ti concentrare su carne, pesce uova, abbiamo scritto prima che si usa poco o niente, mai troppo), uova e legumi. Questi alimenti sono ricchi di nutrienti.
  • Fai attenzione alla quantità di prodotti senza glutine che si consumano. Molti prodotti senza glutine possono contenere più calorie e grassi rispetto ai loro equivalenti con glutine.
  • Assicurati di assumere una quantità adeguata di vitamine e minerali, come le vitamine del gruppo B, il ferro e il calcio, che possono essere carenti in una dieta senza glutine.

 

E se dovessi avere bisogno di qualche nuova idea per la tua dieta senza glutine di tutti i giorni, puoi sempre dare un’occhiata al nostro menù: cerca le proposte con l’icona “senza glutine”!

Seguimi su Instagram e Facebook.

SHARE THIS ON: