Quando l’aperitivo analcolico diventa un problema

aperitivo analcolico

Dobbiamo parlare dell’aperitivo analcolico!

Perchè da un lato fare aperitivo è bello: è una delle (poche) gioie della vita adulta ed è un momento di convivialità con millenni di storia che è parte integrante della nostra cultura.

Dall’altro lato, quando si parla di aperitivo si parla quasi sempre di bevande alcoliche e stuzzichini. Questo, per chi vuole mangiare in modo sano ogni giorno, può diventare un problema.

 

Il problema dell’aperitivo analcolico

Qual è il problema dell’aperitivo analcolico?

Me ne sono accorta qualche tempo fa. Sono uscita con alcuni amici e non avevo voglia di un drink che contenesse alcol: così ho sbirciato nel menù degli analcolici. E la triste verità è che per una persona adulta che cerca un drink analcolico – e che non vuole accontentarsi dei soliti beveroni da ragazzini iper-colorati e iper-zuccherati – c’è pochissima possibilità di scelta!

E per quanto riguarda gli stuzzichini, che di solito accompagnano l’aperitivo, la situazione non migliora di molto. Spesso non si va oltre le tartine, le focacce o le classiche patatine: sono infatti pochi i locali che propongono stuzzichini sani.

Per chi è astemio, o per chi semplicemente preferisce nutrirsi in modo sano, il momento dell’aperitivo può essere complicato…

Leggi anche: Ristorante Healthy: un modo facile di mangiare sano

 

Perchè l’alcol fa male

Ora forse ti stai chiedendo: c’è davvero bisogno di un aperitivo non alcolico? L’alcol fa davvero così male?

Come per altre cose, anche gli alcolici, se consumati di tanto in tanto, non sono nocivi. Ma cominciano ad esserlo quando diventano un abitudine: ad esempio, nel caso di un aperitivo che si ripete uno o più giorni di ogni settimana.

Dobbiamo inoltre ricordare che gli alcolici sono vere e proprie bombe caloriche: l’alcol non porta nessuna sostanza utile all’organismo, quindi ogni caloria assunta si trasforma in grasso da deposito. E tanto più alta è la gradazione alcolica della bevanda, tanto più sono le calorie!

Dobbiamo quindi rinunciare all’aperitivo?

Assolutamente no! Basta fare come noi e cercare delle alternative.

 

Come fare un buon aperitivo analcolico

Non sia mai che lasciamo i nostri clienti senza un aperitivo analcolico degno di questo nome!

Abbiamo preso di petto il problema e abbiamo creato l’Aperisano: un piatto di stuzzichini sani, leggeri e con un’esplosione di sapori a ogni morso, abbinato con drink analcolici ma ricercati.

Per esempio, il kombucha: una bevanda analcolica che si prepara facendo fermentare tè zuccherato con una particolare coltura di lieviti e batteri, chiamata “scoby”. 

Questa scoby consuma lo zucchero – alla fine ne resta solo un residuo minimo – e lascia in cambio dei preziosissimi probiotici, come antiossidanti, polifenoli e vitamine del gruppo B

Oltre ad essere un “depuratore” naturale, il kombucha è un drink analcolico da adulti, che non viene servito in bicchieri multicolori muniti di ombrellino.

E come per tutte le voci del nostro menù, l’Aperisano viene aggiornato continuamente: così puoi fare l’aperitivo analcolico tutte le settimane!

Ti invito a unirti al Fresh Club! Scarica la nostra App e scopri ogni giorno nuove idee mangiare in modo buono e sano! 

Clicca qui per scaricare la nostra app!

Seguimi su Instagram e Facebook.

SHARE THIS ON: